Come gestisco un’azienda da 1 miliardo senza uffici ed email

Gestisce un’azienda da 1 miliardo di dollari senza uffici ed email. Lui è Matt Mullenweg, 32enne di San Francisco. E forse non avete la minima idea di chi sia. Eppure è una delle menti di WordPress, la piattaforme per gestire contenuti (CMS) più famose al mondo: più di 60 milioni di siti sono realizzati con WordPress in tutto il mondo.

A 19 anni lascia la scuola per fare un business

L’ha creata quando aveva 19 anni con un amico Mike Little. All’epoca studiava filosofia e scienze politiche all’Università di Houston. Per creare WordPress i due fanno quello che in linguaggio informatico si chiama “fork” e cioè prendono del codice sorgente da un programma open source già esistente (il database conosciuto come MySQL) per creare qualcosa di completamente innovativo. Una piattaforma che tutti potevano personalizzare per creare in pochi passi e senza essere esperti in programmazione il sito che desiderano.

La società si chiama Automattic e vale 1 miliardo di dollari

Nel tempo Matt e il suo team diversificano il business e con Automattic iniziano a creare dei servizi e dei prodotti a pagamento (WordPress si scarica gratis). L’idea piace agli investitori che iniziano a mettere soldi importanti. Tanti i round che l’azienda ha raccolto negli anni (qui una lista per conoscerli tutti).  Il più importante arriva circa due anni fa, a maggio del 2014, quando raccoglie 160 milioni di dollari (tra gli investitori il fondo Tiger Global Management).

Matt Mullenweg

«Niente uffici ed email, così gestisco i dipendenti»

Oggi ha più di 400 dipendenti in circa 43 Paesi. Scelgono dove lavorare (da casa o in ufficio): «Ognuno lavora da dove vuole, da casa, dal bar, da uno spazio di coworking. Assumiamo le persone senza pensare a dove risiedono. Perché? È il modo migliore per attrarre i migliori talenti» spiega Mullenweg a Inc.com. I dipendenti si scambiano informazioni su una piattaforma di blog interna, abolendo del tutto l’uso delle email: «Penso che le email scompariranno. Non ho mai sentito nessuno dire di amarle e di volerne ricevere sempre di più. Quello che facciamo è creare un sistema simile a un blog, dove ogni gruppo di lavoro può commentare, rispondere, avere il suo spazio (il sistema si chiama P2 e si scarica gratuitamente, ndr)».

Due consigli per il successo

«Fai di tutto per ricevere feedback dai tuoi utenti. Lo scorso anno ho incontrato 3mila persone che guadagnano con WordPress e mi hanno raccontato i loro dubbi sul servizio.  Conoscerli è l’unico modo capire cosa vogliono e offrirlo. E poi sii ambizioso. C’è sempre spazio per crescere. WordPress oggi serve il 25% di chi fa un sito sul Web. Mi interrogo ogni giorno sul perché il restante 75, preferisce non usarlo».

INFO: https://automattic.com/

Giancarlo Donadio

Print Friendly

 

 

 

0 Commenti

Lascia un commento →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *