Come inventiamo un forno a legna rivoluzionario

0
3670

Da 40 anni costruisce forni a legna e li esporta in tutto il mondo. Alfa Refrattari è un’azienda storica con sede a Frosinone.

Oggi lancia una nuova linea: si chiama Evolution e punta a rivoluzionare il concetto stesso di pizzeria: «Il nostro è un prodotto innovativo perché, oltre a svolgere la propria funzione come un normale forno in materiale refrattario, con l’impiego dell’acciaio, il forno si veste di nuove linee e forme che lo rendono un complemento d’arredo compiuto. Pesa 200 Kg a fronte di 1300 kg lo si può installare facilmente. Il prodotto prefabbricato arriva praticamente pronto all’uso in modo da poter essere utilizzato immediatamente. Impiega 15 minuti per giungere a temperatura ciò si traduce in minor consumo di legna rispetto ad un forno tradizionale ma anche gas o metano» raccontano a Millionaire gli ideatori del progetto.

foto pizza 2

I vantaggi? «Abbiamo calcolato un risparmio del 40% ( tempo e denaro) in genere un forno tradizionale impiega 60 minuti per giungere alla temperatura d’esercizio. Inoltre, c’è la possibilità di portare il prodotto con sé. Se dovessimo spostare la nostra attività come potremmo mai sperare di recuperare il nostro forno tradizionale se non smontando mezza cucina? Un forno Evolution invece è lì, magari al centro della sala, pronto per cambiare luogo assieme a noi».

pizza 3

Come ogni prodotto innovativo non sono pochi gli ostacoli da superare per affermarlo sul mercato: «C’è la diffidenza dei pizzaioli attaccati alla tradizione, convinti che il forno costruito interamente in mattoni sia quello per eccellenza. Poi c’è da superare lo stereotipo che lega il forno a legna alla pizzeria: “Chi ha detto che il forno a legna debba stare solo in pizzeria?” La legna è un combustibile come il GPL o il Metano, ha la sola differenza che non cuoce soltanto ma conferisce un aroma diverso… non a caso quando un ristorante ha un forno a legna lo scrive fuori».

pizza 4

Il prodotto si rivolge a tutti i professionisti della ristorazione, ai catering, ai lidi al bistrot, hotel e resort per organizzare per esempio serate a bordo piscina: «Lo scopo è di rendere rendere fruibile un forno a legna a tutti quei locali che non sono pizzerie, dato che lo show cooking oggi è sicuramente uno dei pilastri della cucina».

Consigli per chi vuole fare innovazione in settori tradizionali? «Deve credere nel progetto. Gli ostacoli sono tanti, ma non deve demoralizzarsi. Solo l’evoluzione è la vera rivoluzione».

INFO:  http://www.alfapizza.it/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.